L’arte di Resuscitare – Padova 23.06.2019

Riportare in vita ciò che credevi perduto

In questo seminario Igor Sibaldi illustra i fondamenti di una sorprendente metodologia millenaria, confrontandola con le più recenti teorie della fisica quantistica. E soprattutto mostra come applicarla concretamente nella vita di tutti i giorni.

igor-sibaldi-resuscitare-padova  

Punti salienti che diventano un forte stimolo per…

• Imparare ad utilizzare antiche tecniche e metodologie per riportare in vita parti di te che credevi perse

• Scoprire e valorizzare i tuoi talenti e il tuo sconfinato potenziale

• Risvegliare la tua energia creativa per incanalarla in ogni sfera della vita

• Liberarti da condizionamenti e blocchi psicologici

• Realizzare ogni tuo desiderio più profondo

 


La giornata del Seminario

Dalle 9.00 alle 9.45 – Accettazione iscritti
Ore 10.00 – Inizio seminario
Dalle 13.30 alle 15.00 – Pausa pranzo
Dalle 15.00 alle 18.00 – Seconda Parte

Location

Four Points by Sheraton Padova, sala “Le Vele”, Corso Argentina 5, Padova.
Telefono ‎0497808230 (Visita il sito)

Per il pernotto, scrivere a fourpointspadova@fourpointspadova.com facendo riferimento al meeting di Igor Sibaldi – L’Arte di Resuscitare del 23.06.19

– tariffa convenzionata con prenotazioni da pervenire entro il 10/6; dopo questa scadenza si potranno confermare le tariffe disponibili in quel momento
CAMERA DUS STANDARD € 80,00 CAD.
CAMERA DUS SUPERIOR € 90,00 CAD.
CAMERA DOPPIA STANDARD € 90,00 CAD.
CAMERA DOPPIA SUPERIOR € 100,00 CAD.
Tassa di soggiorno esclusa € 3,00 per persona, per camera, per notte.

Pranzo a buffet 18 euro con prenotazione e pagamento in loco tramite ritiro di ticket al desk dedicato, entro le ore 11

 

Info specifiche & costi del seminario

Il contributo associativo per la partecipazione al seminario è di 125 euro (la tessera/iscrizione annuale all’associazione è gratuita). Si richiede all’atto della prenotazione online un’anticipazione del contributo di 55 euro. I restanti 70 euro a saldo, saranno corrisposti direttamente in loco, per contanti, il giorno dell’evento.

I partecipanti minorenni possono assistere gratuitamente. Prenota solo per gli adulti poi scrivici alla mail laviadellosplendore@gmail.com indicando il titolo del seminario, il tuo nome e cognome, e il numero di posti che dobbiamo riservare per i partecipanti con età al di sotto dei 18 anni.

Come posso versare l’anticipo per la prenotazione?

In fase di prenotazione è possibile versare l’anticipo tramite conto paypal o carta di credito. NB: nessun dato inserito nel modulo verrà registrato se non si completerà fino alla fine tutta la procedura di pagamento. Pertanto l’iscrizione NON sarà valida. Ti preghiamo quindi di prestare attenzione. In nessun caso è possibile la restituzione dell’anticipo versato. E’ possibile però cederlo ad altro partecipante previa comunicazione e benestare dell’organizzazione, oppure utilizzarlo su altra data programmata dall’organizzazione.

L’ingresso è riservato ai soci – Ass. Culturale Kreanza Ets

Clicca qui se non si apre il form da compilare 

  «I capricci non richiedono particolare intelligenza: solo tenacia e sordità alle obiezioni. Tanto, nessuno può provare che una qualche versione dell’aldilà non sia vera. Le resurrezioni, invece, sono problematiche, innanzitutto perché riportare in vita qualcuno è sempre un atto sovversivo. È riaprire conti già chiusi. A sentirne parlare come di una possibilità, qualsiasi re avrebbe temuto che si resuscitassero i suoi predecessori o gli avversari che aveva fatto uccidere. E se si trovasse il modo di far risorgere anche soltanto un periodo della vita, qualsiasi persona perbene vi vedrebbe un pericolo per le carriere, per le famiglie. Il presente è tanto più solido quanto più è certo di aver ucciso il passato. Così, anche dove la gente crede nella resurrezione (ebrei, cristiani, islamici) ben pochi la vogliono. Si preferisce pensare che sia toccata solo a qualche essere divino, salito poi rapidamente in cielo. O che tutti saranno resuscitati, semmai, alla fine del mondo. Non prima. Fino ad allora, si vuole che nel ragionare sul passato valgano due regole definitive: una è: il passato rimane indietro, mentre noi possiamo soltanto andare avanti e l’altra: ciò che è nel passato non si cambia. Appunto perché non possiamo più raggiungerlo. Queste due regole non impediscono di credere che dopo la morte si viva ancora, ma si direbbero fatte apposta per escludere la resurrezione. Ma il fatto stesso che queste due regole ci siano, così perentorie, fa pensare che nascondano qualcosa d’importante. Qualcosa che si desidera tanto.» (Igor Sibaldi)    

 

▼Condividi▼